Claudiana, editrice di riferimento della cultura protestante in Italia

COMUNICATO STAMPA

2016-10-20

Deve il suo nome a un grande vescovo di Torino vissuto nel IX secolo, lo spagnolo Claudio, considerato un precursore del movimento evangelico per la lotta contro la venerazione delle immagini nelle chiese e l’impegno in favore della diffusione delle Sacre Scritture.

Fondata a Torino nel 1855, in pieno clima risorgimentale, sei anni dopo Claudiana fu trasferita a Firenze, allora divenuta capitale, dove in un’Italia afflitta da un tasso di analfabetismo pari all’80% operò per far conoscere il testo e il messaggio della Bibbia grazie a una rete di punti vendita e all’attività di venditori itineranti detti «colportori», antesignani delle attuali librerie Claudiana. Nel 1924 fu nuovamente trasferita, questa volta a Torre Pellice, nelle cosiddette «Valli valdesi» – roccaforte del protestantesimo italiano –, in provincia di Torino. Dal 1960 ha fatto ritorno nella città d’origine, Torino.

Fortemente sostenuta da comitati internazionali, nella seconda metà dell’Ottocento Claudiana fu attiva, con opuscoli, trattati e almanacchi, nella divulgazione e diffusione della conoscenza del testo biblico.

Prima in Italia, nel 1860 pubblicò un Nuovo Testamento in lingua volgare, seguito ben presto dall’edizione completa della Bibbia nella versione seicentesca di Giovanni Diodati che le valse una medaglia d’argento all’Esposizione Universale di Torino del 1898.

Fu inoltre la prima casa editrice italiana a lanciare, nel 1870, un mensile illustrato rivolto ai ragazzi, “L’amico dei fanciulli”, che ebbe larga diffusione nelle scuole di Stato.

Non vanno dimenticate le numerose iniziative e pubblicazioni in campo storico, come la collana «Biblioteca della Riforma in Italia», diretta da un comitato presieduto da Karl Benrath, le opere di insigni studiosi quali Emilio Comba, Enrico Meynier e Giovanni Jalla nonché la “Rivista cristiana”, diretta per lunghi anni dallo stesso Comba.

Tra i principali autori del Novecento ricordiamo il teologo Giovanni Miegge, che scrisse un’importante biografia di Lutero, ripresa anche da Feltrinelli, e lo storico Giorgio Spini.

Tra gli autori tradotti si annoverano Dietrich Bonhoeffer, Karl Barth, Hans Küng, Gerd Theissen, Paul Tillich, Alister E. McGrath, Rolf Rendtorff, N.T. Wright.

Attualmente l’editrice Claudiana pubblica una trentina di novità l’anno in sette ambiti principali:

  • Storia e pensiero della Riforma in Italia ed Europa, con le collane di opere scelte di Lutero, Calvino e Melantone.

  • Teologia protestante, con libri teologici, commentari biblici, quali quelli della storica collana «Strumenti», e manuali rivolti alle università e ai seminari.

  • Divulgazione della cultura biblica, sia nella cultura italiana in generale sia in ambito scolastico, in particolare con la collana «Bibbia cultura scuola» con autori quali Brunetto Salvarani, Piero Stefani, Laura Novati.

  • Divulgazione del pensiero protestante, con opere di McGrath, Gounelle, Marguerat, Römer, Bonhoeffer.

  • Questioni di attualità etica, volumi sulla bioetica, la procreazione assistita, l’(omo)sessualità.

  • Opere per ragazzi, come Il Popolo della Bibbia e il dizionario biblico Navigare nella Bibbia, tradotte in numerose lingue, nonché il volume Racconta la Bibbia ai tuoi ragazzi.

  • Opere di spiritualità, per una fede vissuta nel quotidiano, in particolare tramite il lezionario biblico annuale Un giorno una parola e la collana «Spiritualità».

Nel 2011, dopo 156 anni di vita, l’editrice ha inoltre tenuto a battesimo la sua prima collana di narrativa, «Le Calamite», con opere di Marina Jarre, Luis Sepúlveda, Friedrich Koffka, Montasser al-Qaffash.

All’editrice è stato conferito il Premio Speciale per la Cultura 2005 della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Nel 2012, all’interno dei Premi Nazionali per la Traduzione istituiti dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Claudiana ha vinto il Premio Speciale per la Casa Editrice Italiana con le collane «Opere scelte» di Lutero, Calvino, Melantone e con l’opera La Politica di Althusius.

Parte integrante del progetto di promozione e studio della Bibbia nonché di mediazione tra la cultura protestante mondiale e quella italiana, tanto cattolica quanto laica, è la rete di librerie Claudiana, con sedi a Torino, Roma, Milano, Firenze e Torre Pellice, «altrettante finestre aperte alla città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Widgetized Section

Go to Admin » appearance » Widgets » and move a widget into Advertise Widget Zone